Crescente consapevolezza verso i prodotti naturali

E’ risaputo da molto tempo che i peptidi di collagene hanno effetto benefico sulla salute umana. Quasi dieci secoli fa, la badessa e studiosa Hildegard von Bingen stava già studiando su estratti di tessuto di origine animale e aveva riconosciuto nel loro utilizzo un rimedio per i dolori articolari. Nella cultura asiatica tradizionale, il collagene viene usato in cosmetica in quanto aiuta a mantenere la pelle giovane e tesa con effetti completi contro l’invecchiamento della pelle.

In Europa, i peptidi di collagene venivano precedentemente prodotti industrialmente intorno al 1947, ma inizialmente solo in minima parte. Nei primi anni ’70 si iniziò ad utilizzare i peptidi di collagene nei prodotti dietetici in sostituzione di zucchero e grassi.

Verso la fine degli anni ’70 la richiesta di peptidi di collagene crebbe in maniera considerevole. Il motivo di ciò è dovuto alle cosiddette ‘diete altamente proteiche’ divenute popolari in questi tempi.

Allo stesso tempo, i peptidi di collagene sono diventati un componente sempre più popolare dei prodotti cosmetici. Attualmente il loro utilizzo si è diffuso anche in qualità di fonte proteica per arricchire diversi cibi.

Inoltre, fu scoperto che aggiungendo i peptidi di collagene a diverse carni e insaccati si otteneva una diminuzione del sale contenuto senza influire sul sapore.

Verso la fine degli anni ’70 si vide una crescente informazione sugli effetti positivi dei peptidi di collagene per le articolazioni. I primi studi scientifici vennero condotti in questo ambito nel 1985. Infine, c’erano evidenze in merito agli effetti positivi sull’osteoartrite. Oggi questa è diventata l’area di maggiore utilizzo dei peptidi di collagene a livello mondiale, mentre al secondo posto è presente l’utilizzo nel settore beauty.

Ultimamente i consumatori sono sempre più sofisticati e informati e c’è una crescente richiesta di prodotti salutari e naturali. La tendenza porta ad alimenti funzionali, perché oltre al loro valore nutrizionale intrinseco, offrono anche valore aggiunto: ad esempio, assicurano che il corpo venga rifornito della quantità di vitamine e fibre ottimale. Detto ciò, il focus è il fabbisogno energetico, le ossa e le articolazioni, il cuore, il sollievo e il rilassamento intestinale. 

A causa dello sviluppo demografico rispetto all’aumento della popolazione anziana, si registrerà un notevole aumento dei problemi relativi a ossa e articolazioni nel prossimo futuro. Alimenti funzionali potrebbero aiutare a contrastare questi problemi di salute attraverso la nutrizione quotidiana. Lo stesso vale per i segni visibili dell’invecchiamento. Dato che la popolazione è sempre più propensa a mantenere un aspetto giovanile, si prevede un incremento della richiesta di prodotti per la cura della pelle, dei capelli e delle unghie. A oggi il potenziale di peptidi in grado di soddisfare questi bisogni non è ancora stato sfruttato.