Lavorare in sicurezza in termini di qualità e produzione

La gelatina è da sempre un alimento sano e salutare. I produttori di gelatina in Europa si distinguono per la qualità della loro gelatina. Ciò si evidenzia sia nella selezione di materie prime eccellenti sia nel processo di produzione mulifase. I requisiti di qualità necessari per  l’intero processo sono definiti da normative nazionali e internazionali – dall’identificazione di quali parti di animali debbano essere usate per le materie prime ai parametri fisici dell’intero procedimento sino al prodotto finale.

Nel 1999, in risposta alla crisi della BSE (encefalopatia spongiforme bovina), la Comunità Europea ha stabilito delle normative molto severe in termini di manifattura, vendita e livelli di purezza della gelatina a uso alimentare e a uso farmaceutico. Ad ogni modo, molto prima dell’entrata in vigore di queste leggi, le aziende membri di GME avevano già messo in atto tali regole. La gelatina è un alimento che deve sottostare a esami molto attenti per quanto concerne la sicurezza, specialmente nell’ottica della BSE. L’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) e la Commissione Europea per la Salute e la protezione del consumatore hanno confermato la sicurezza della gelatina in base a studi condotti da ricercatori internazionali.

Materie prime eccellenti

La maggior parte della gelatina viene prodotta dalla cotenna di maiale; altra materia prima può essere ricavata dalla pelle di bestiame e dalle ossa di suini e bovini. Le materie prime usate nella produzione della gelatina provengono da macelli autorizzati in cui gli animali vengono precedentemente controllati da veterinari. Inoltre, tutti i macelli europei effettuano test della BSE su tutto il bestiame di almeno 30 mesi.

Comunque nessun esame scientifico ha mai rilevato tracce di BSE. 

La carne degli animali viene fornita ai negozi di macellerie mentre le pelli e le ossa vengono usate per la produzione di gelatine. La macellazione, il controllo e le procedure di approvazione convenzionale garantiscono che le materie prime usate per la gelatina provengono solo da animali le cui carni sono ideali per il consumo umano. Le materie prime vengono selezionate in conformità con le disposizioni legislative in vigore.

La legislazione europea si occupa di ogni fase della produzione della gelatina, a partire dalla selezione delle materie prime fino alla consegna. Ciò significa che tutte le materie prime sono soggette a costanti e rigorosi controlli di sicurezza e provenienza. La gelatina a uso farmaceutico deve soddisfare le severe normative della farmacopea ufficiale. Anche la gelatina alimentare deve sottostare a queste normative ed è inoltre soggetta a norme alimentari. L’industria alimentare è quindi uno dei settori industriali meglio strutturati e controllati in tutta Europa.

Per assicurare assoluta sicurezza e tracciabilità costante della gelatina e del peptide di collagene da utilizzare per l’industria alimentare e farmaceutica, non solo sono previste severe normative di legge a cui far riferimento, ma sono previsti numerosi controlli. Ispezioni effettuate con regolarità dalle autorità preposte e il costante monitoraggio dell’intero processo di produzione assicurano sempre al consumatore finale la migliore qualità e la maggiore sicurezza possibile.

""
  • Sicura, naturale e sana: approvata grazie a intensi controlli

    Le materie prime per la produzione di gelatina derivano da sottoprodotti dell'industria delle carni e  provengono da macelli regolarmente abilitati in cui tutti gli animali vengono sottoposti a controlli minuziosi da parte di un veterinario ufficiale.

  • Procedure di controllo e approvazione

    Le procedure di macellazione, controllo e approvazione garantiscono che le materie prime utilizzate per la produzione della gelatina provengono unicamente dalla macellazione di animali dichiarati idonei al consumo umano. Tali materie prime vengoo selezionate in conformità con le disposizioni di legge.

  • Controlli costanti e rigorosi

    Tutte le materie prime utilizzate sono soggette a costanti e rigorosi controlli in termini di origine e sicurezza. La gelatina a uso alimentare deve soddisfare i requisiti richiesti dal Regolamento CE N. 853/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio
    soggetto a ulteriori norme in materia di igiene per gli alimenti di origine animale.La gelatina a uso farmaceutico, oltre a soddisfare tali requisiti, segue le disposizioni specificatamente indicate dalla farmacopea. L'industria della gelatina è quindi uno dei settori industriali meglio strutturati e controllati in tutta Europa.

  • Ispezioni regolari

    Il monitoraggio costante dell'intero processo di produzione nonché le regolari ispezioni eseguite dalle autorità competenti assicurano all'utente finale il più alto livello qualitativo e la massima sicurezza.

Il Regolamento CE N. 853/2004 stabilisce le norme generali per la produzione di gelatina alimentare e peptidi di collagene. Si riferisce a tutti gli aspetti, a partire dalle materie prime fino al prodotto finale: provenienza, trasporto e stoccaggio di materie prime, condizioni di produzione e di manifattura, requisiti chimici per la gelatina e i peptidi di collagene e inoltre il packaging, lo stoccaggio e il trasporto.

Possono essere utilizzate solo le materie prime che sono specificamente indicate per l’alimentazione umana e che sono state approvate dalle autorità veterinarie competenti; è necessario rendere disponibile tutta la documentazione relativa alla loro provenienza.

 Le normative microbiologiche per la gelatina e per i peptidi di collagene sono stabilite dal Regolamento CE N. 2073/2005.

 Tutte queste normative definiscono un quadro estremamente chiaro per la produzione di gelatina e di collagene di altissima qualità.

Esistono ulteriori requisiti che vengono applicati alla gelatina a uso farmaceutico e vengono definiti all’interno di norme specifiche. Però la gelatina a uso farmaceutico e i peptidi di collagene non devono soddisfare solo i principali requisiti della gelatina alimentare e dei peptidi di collagene, bensì anche le disposizioni di prodotti medicinali secondo le direttive 2001/83/EC.

Inoltre, le gelatine e i peptidi di collagene prodotti per l’industria farmaceutica provenienti da materie prime bovine devono essere certificate all’interno del mercato europeo dall’EDQM (Direzione europea per la qualità dei medicinali e della salute) in ottemperanza alle Note Informative dell’EMA, l’Agenzia Europea per i Medicinali, (EMA/410/01 Rev. 3). La relativa certificazione viene rilasciata soltanto dopo la compilazione di tutta la documentazione sulle materie prime e sul processo di produzione da parte del produttore di gelatina presentati per la revisione all’EDQM.

La farmacopea europea include requisiti specifici per la produzione di gelatina a uso farmaceutico e peptidi di collagene e ulteriori specifiche richieste per le proprietà fisiche, chimiche e microbiologiche del prodotto finito.